scooterdepoca.com

 
 


  
Le origini della Iso si perdono agli inizi del secolo quando i Rivolta erano commercianti di legname a Desio in Brianza.
Negli anni 20 trasferiscono la loro attività a Fiume (all'epoca italiana) attirati dall'abbondanza di boschi della Dalmazia.
Negli anni 30 già si respirava l’aria del nuovo conflitto e la famiglia preferì rientrare ed occuparsi di nuove frontiere produttive a Bolzaneto (GE), dove impianta una piccola attività per la produzione di calorifici e frigoriferi sia ad uso domestico che industriale, nasce così la Isothermos.
Nel 1942 Renzo Rivolta si trasferisce a Bresso (MI), usufruendo degli ampli scantinati e annessi di una Villa settecentesca di cui diventa proprietario.
Dopo il conflitto anche Rivolta comprende l’importanza di un mezzo di locomozione pratico ed economico ed individuano nel nascente successo dello scooter la possibilità di un nuovo sbocco produttivo. Produce il Furetto, progetto dell'ing. Scarpa, ma viene subito sostituito da un nuovo modello dotato di motore a cilindro sdoppiato, particolare soluzione che contraddistingue la Iso dalla produzione scooteristica in Italia.
Nel 1951 grazie al successo dei propri scooter e motoleggere abbandona la produzione di elettrodomestici e cambia la ragione sociale in Iso Automotoveicoli SPA, stava infatti nascente la microvettura Isetta. Si susseguirono ciclomotori, motoveicoli e motocarri di diverse portata e motorizzazioni. Il 1962 invece un anno di svolta, abbandona la produzione di motoveicoli e l'attività si sposta sulle autovetture di granturismo col nome Iso Rivolta.
Nel 1966 il commendatore Renzo Rivolta viene improvvisamente a mancare e gli succede il figlio Piero, da poco diventato ingegnere ma fermamente intenzionato a continuare la produzione delle auto. L'attività prosegue ricca di soddisfazioni fino agli inizi degli anni '70 quando la crisi delle autovetture di lusso e il tentativo di promuoversi in F1 ne ha messo a dura prova le finanze. Nel frattempo la azienda si trasferisce a Varedo e ma nel 1974 dovette chiudere.
Piero Rivolta tenta più volte di ripartire con vari progetti sia di piccole automobili, granturismo che autobus ma senza trovare adeguato supporto finanziario.
Oggi le moto e soprattutto le automobili Iso sono molto ricercate e incontrano appassionati di tutto il mondo.

Nella prima foto una veduta aerea dello stabilimento di Bresso (MI), nella parte alta si può notare la Villa di famiglia con annesso parco, a sinistra la pista di collaudo costruita a fine anni '50.
Nel foto a destra il cav. Renzo Rivolta (1908-1966) ritratto nel parco della Villa nel 1962 con la prima autovettura gran turismo, la Iso Rivolta GT300.

Link Google Maps: Via Vittorio Veneto, 66, 20091 Bresso MI

Le schede disponibiliDocumentazione
Furetto 1948-----
Iso 125 (1° serie) 1949-1950RI--SEOM
Iso 125 (2° serie) 1950-1951RIUM-SEOM
Iso 125 (3° serie) 1951-1954RIUM--OM
150 F (1° serie) 1957-1958RIUMOFSE-
150 F/59 (1° produzione) 1959-1960RIUMOFSE-
125 F 1960--OFSE-
150 F/59 (2° produzione) 1960-1962RI-OFSEOM

Legenda:
RI Ricambi - UM Uso e Manutenzione - OF Manuale Officina
SE Schema elettrico - OM Omolog.

Ultimo aggiornamento 22/02/2020 - Credit scheda - Segnala un errore sulla scheda
Le schede sono in continuo aggiornamento - Ci riserviamo il diritto di modificare e/o correggere la scheda senza preavviso

COPYRIGHT - ESCLUSIONE DI RESPONSABILITA' E DI GARANZIA
Copyright © 1998-2020 - Tutti i diritti riservati.
Questo servizio è accessibile gratuitamente e senza garanzie di alcun genere, sia esplicite sia implicite. Noi non rispondiamo, garantiamo o prendiamo alcuna responsabilità per l'accuratezza, la correttezza, la completezza ed utilizzo delle informazioni rese. Dette informazioni sono da ritenersi puramente indicative. Chiunque legga e/o utilizzi, a qualsiasi titolo, le informazioni rese lo fa sotto la propria responsabilità ed accetta, senza esclusione alcuna, di liberare da qualsiasi responsabilità i redattori delle informative rese e/o gli amministratori del sito. Se non si accetta integralmente quanto sopra non si è autorizzati a leggere e/o utilizzare le informative rese.
I marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.