Scooter d Epoca - Forum

Scooter d Epoca - Forum
Home | Profilo | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Utenti | Il mio Garage | Cerca | FAQ | Policy | RSS

Nel Sito Scooterdepoca.com: Home | Lambretta | Vespa | Ancora Scooter | Restauro | Ricambisti | Targhe
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Scooterdepoca.com
 Old Scooter Tuning
 Cono ventola

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci Email Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Avviso: Prima di utilizzare il Forum ti devi presentare nell'apposita sezione cliccando qui!
Messaggio:

* Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON
Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

   Allega file   Difficolta a ridurre le immagini? Clicca qui!
 Allega video Youtube   Leggi le istruzioni
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
  Prima di utilizzare il Forum ti devi presentare nell'apposita sezione cliccando qui!

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
Alessandrobau Posted - 12 dic 2021 : 09:06:08
Buongiorno a tutti,ho montato sulla mia li3 un'accensione elettronica anticipo variabile della sip fatta in collaborazione con vape. Devo dire che il funzionamento generale del motore è migliorato e mi trovo molto bene. Unica cosa che mi fa pensare è che il nuovo volano non ha il coperchio conico che serve, da come ho capito, per un ottimale raffreddamento del motore. Ho scoperto che ducati stratos, sulla loro accensione, lo ha mantenuto proprio perché dicono essere molto importante. Chiedo a chi già da tempo monta un'accensione senza il cono venturi, avete mai avuto problemi di raffreddamento? La stratos dice che si rischia addirittura il grippaggio. Voi che ne pensate? Grazie.
20   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
Belligerante ugo Posted - 16 gen 2022 : 09:59:42
Ti rispondo io Roberto per mia esperienza personale questo è solo un coperchio copriventola per protezione volano poi vediamo cosa dice Giancarlo ciao

belligerante ugo
Rob79 Posted - 13 gen 2022 : 22:32:00
Ciao Giancarlo, premesso che ho una tua accensione che spero di montare presto sul mio TV ti volevo chiedere invece del "controcono" che sta al centro del copriventola, che importanza ha?

Per intenderci metto la foto

screen.jpg


Lambretta, the magic touch!
Gianca 950 S Posted - 03 gen 2022 : 20:07:23
Citazione:
Messaggio inserito da Gianca 950 S

…….. per me è stato più meglio raccontarla qui



scusate l'orribile errore ortografico.......

World Lambretta Club Gianca 950 S - grillo958.spaces.live/default.aspx
Gianca 950 S Posted - 03 gen 2022 : 19:45:55
Questo è il vecchio progetto, un pò polveroso delle prime 10 vecchie accensioni Stratos che per mantenere la pace in famiglia abbiamo abbandonato
Questa è l'immagine delle accensione della ditta Slovena....

censione_12_poli.jpg


World Lambretta Club Gianca 950 S - grillo958.spaces.live/default.aspx
Gianca 950 S Posted - 03 gen 2022 : 19:31:35
Ciao Ugo, grazie ....per i complimenti.... almeno a uno non rompo i cocones... per proseguire sull'argomento, volevo rispondere pubblicamente ad una domanda che spesso mi fanno in relazione ai multipolari, Quello di cui vi parlerò è un progetto di 13/14 anni fa (fine 2008) delle officine Stratos prima della collaborazione con DUCATI; era un progetto con una bellissima ditta in Slovenia che lavorava di primo impianto per la KTM, facemmo i primi 10 prototipi che prevedevano 110/120 watt di uscita, per spendere poco i volani furono realizzati dal pieno. Questo progetto successivamente avrebbe dovuto essere brevettato in quanto il volano sarebbe stato prodotto a pesi variabili. Per avere il brevetto per tutto questo doveva passare la supervisione dell’ing, Zeno Panarari, reggiano DOC ex ing. Malaguti; conoscendo bene l’ingegnere, i progetti dovevano piacere anche a lui (il che significava che se anche tu eri il finanziatore del progetto, se a lui non piaceva rifiutava lo rifiutava ) diciamo che ha un caratterino particolare ….. e nonostante l’amicizia non si passava. Consegnammo a radunisti, nostri clienti 8 prototipi, dopo il primo mese il tutto sembrava andare per il meglio quindi con l’ing. Pavoni, presentammo il progetto all’ing, Zeno Panarari, che lo esamino e si riservò di darci le sue impressioni; ci chiese solo quanti watt d’uscita servivano. Passò una settimana o più ….. per me quel 12 poli era una cosa favolosa, bella anche otticamente. Panarari ci convocò e con l’ing. Pavoni ci recammo nei suoi uffici; rivolgendosi all’ing. Pavoni gli disse: “Sai che i comandamenti della meccanica sono vari ma in particolar modo ce ne sono 2 da rispettare assolutamente
1) Il massimo della qualità
2) Il minimo della componentistica per ottenere il massimo dell’affidabilità


I che per me vuol dire componentistica Ducati Energia e per ottenere 120 watt e il massimo della scorrevolezza, sono sufficienti 6 poli.
Scattai in piedi, dicendo che 12 poli era una novità sulla Lambretta e otticamente erano belli (nel commercio anche l’occhio vuole la sua parte). Si rivolse a Federico chiedendo se dovevamo fare un motore nuovo oppure si rimaneva sul classico. Chiesi il perché di questa domanda e mi rispose: “Se fate un motore nuovo con i contralberi non serve massa volanica in questo caso va molto meglio un volano in lamiera stampata con uno statore multipolare da 12 /16 o più poli perché e più scorrevole” (queste differenze non sono visibili nemmeno sui banchi prova, almeno sui nostri) ”poi adatterete questo multipolare per il motore classico Lambretta e qui sarei d’accordo; ma voi volete fare un’accensione per i motori classici Innocenti Lambretta che sia idonea anche per le super elaborazioni e qua facciamo un’aggiunta e mettiamo il peso variabile. Voi però mi state chiedendo di mettere 12 componenti delicati (bobine) dove ne servono solo 6 per raggiungere lo stesso risultato. Questo non è un progetto sbagliato ma un controsenso di meccanica, ma ricordatevi un vecchio detto del vecchio Henry Ford che diceva “Quello che non c’e non si rompe” . ……… faccio i disegni, vi presento la domanda per il brevetto, ma non condivido il vostro progetto. L’ambiente si era un po’ surriscaldato quindi ci prendemmo un po’ di tempo per pensarci …….. Alla sera dopo cena ricevetti una telefonata dell’ing. Federico Pavoni che mi disse: ”Gianca, il nostro 12 poli è stupendo, unico problema è che l’ing. Panarari ha ragione sotto ogni punto di vista ….. “ A questo punto decidemmo di abbandonare a malincuore il progetto e di procedere con il 6 poli; in fase di progettazione, fece il cono del rotore (volano) ribattuto non per rispettare l’originalità dell’epoca ma per motivi specifici infatti il cono doveva subire trattamenti termici per poi essere rettificato; questo tipo di lavorazione comportava un successivo passaggio in bilanciatura.
Alla fine della storia solitamente esiste un “vissero felici e contenti” …….. battute a parte, ho voluto raccontarvi questa cosa in quanto spesso capita che qualche cliente o qualche amico anche del forum, mi chieda perché in quegli anni non abbiamo pensato ad un multipolare ……. Il motivo è semplice e ve lo abbiamo spiegato sopra…….. per me è stato più meglio raccontarla qui
Chiedo ancora umilmente scusa per i miei poemi …….
Un saluto a tutti


World Lambretta Club Gianca 950 S - grillo958.spaces.live/default.aspx
Belligerante ugo Posted - 03 gen 2022 : 08:04:28
Grazie Giancarlo per quei pochi interventi che fai ma ogni volta che intervieni rimango incantato dai tuoi racconti che chiariscono in modo perfetto l'argomento ciao

belligerante ugo
Gianca 950 S Posted - 03 gen 2022 : 00:24:25
per chi vuole conoscere Pick Up ..... ve lo presento

k_up_elettronica.JPG


World Lambretta Club Gianca 950 S - grillo958.spaces.live/default.aspx
Gianca 950 S Posted - 02 gen 2022 : 23:59:56
Ciao Raffa,
mi fa piacere che tu abbia conosciuto” l’esuberante” Federico…. Gli ingegneri sono tutti un po' “esuberanti”
faccine
voglio riprendere il discorso del cono, per quanto riguarda l’accensione Stratos Ducati è indispensabile ma lo è anche per le originali Filso – Dansi – Ducati …. Ci vuole uno che non ama la propria Lambretta…per montare dei surrogati vari
Voglio parlare bene anche della concorrenza; un ‘altra accensione sincera, un po’ meno tecnologica essendo nata negli anni 80, (ad anticipo fisso) è la BGM che ricalca le orme della vecchia accensione SIL originale Scooters India ma aggiornata sia otticamente che qualitativamente ed anche lei molto affidabile; usa il cono venturi avendo la ventola originale ma soprattutto ha il segnalatore di fase “pickup”, noi non abbiamo a listino la BGM quindi non la trattiamo, ma obbiettivamente parlando riteniamo sia un buon prodotto soprattutto sincero; ci sono delle accensioni che saltellano come canguri e in città sono inusabili ai bassi, dicono che sono accensioni da pista che sono a doppia scintilla e si raccontano leggende che ritengo offensive per qualsiasi principio meccanico ………..….. anche perché in un qualche modo devono giustificare alcune lacune. Se qua ci sono dei meccanici che leggono…. Sapranno benissimo che non esiste al mondo un motore stradale che funzioni in modo lineare senza il segnalatore di fase (pickup) …… poi, ognuno è libero di raccontarla come vuole …. Però chi acquista dovrebbe (per suo interesse) informarsi a cosa serve un “Pick up”.
Quando un motore che monta un’accensione elettronica comincia a saltellare ai bassi ti segnala che in quel range di giri (da 1000 a 2200 + o -) sei senza fase, per un motivo molto semplice non hai l il segnalatore di fase chiamato tecnicamente “PickUp”
Quando Il tuo albero motore riceverà frequentemente una o due botte in anticipo sicuramente non gli allunghi la vita anzi gli dimezzi la stessa. Dopo un reclamo a chi ti ha venduto l’accensione (perché ti si e girato l’albero) ……… certamente non ti dirà che ha voluto risparmiare nell’accensione ma dirà: …….Eh sai purtroppo i ricambi non sono + quelli di una volta ……… E via con altre leggende…….
In breve ve ne dico un’altra……. Mi ricordo, nel 2001/2002 quando rimase solo la benzina verde nei distributori, in officina, sui veicoli che venivano usati frequentemente e abbastanza intensamente, abbiamo iniziato ad avere i primi paraoli sfondati dalla benzina verde sull’albero motore corremmo ai ripari e nel giro di 90 giorni avemmo a disposizione paraoli al Viton materiale specifico per benzina verde ….. problemi risolti.
Circa 5/6 anni fa la concorrenza è uscita con una massiccia pubblicità “udite udite” abbiamo i paraoli al viton indistruttibili per la vostra lambretta ………… ora io mi chiedo e vi chiedo ………. Ma nei quindici anni precedenti cosa hanno raccontato ai lambrettisti ……… altre leggende
Mi accorgo che questa sera sono un po' polemico….. pensate sia colpa del cotechino? ……. O i fagioli ……
Chiedo scusa se ho toccato o dato qualche spintarella….. …. Alle prossime polemiche…… ciao a tutti Buona notte.


World Lambretta Club Gianca 950 S - grillo958.spaces.live/default.aspx
Raffa1975 Posted - 02 gen 2022 : 20:45:58
Grazie Giancarlo, ho conosciuto te e il giovane Federico anni fa' nella zona industriale mancasale a Reggio Emilia.Di sicuro la vostra elettronica e' all'avanguardia e se dovrei montarla opterei per quella.
Buon anno e buon cotechino...che da quelle parti e' il top.
Pero' anche dalle mie parti i motori son mica meno sai.

CiaoRaffa1975.
Gianca 950 S Posted - 02 gen 2022 : 19:38:59
Ciao Mauro, Ugo ...... insomma ciao a tutti in primo luogo buon anno a tutta la baracca, non so dire il tempo che non scrivo su scooter d'Epoca..... mesi... forse anni.. boh non ricordo
Visto che non ci siamo spostati da casa per colpa di questa maledetta storia che ci perseguita, pertanto stiamo facendo l'inventario e abbiamo staccato, mi sono messo a leggere qualche post su scooter d'epoca; il così detto cono venturi rovesciato, almeno tecnicamente definito in questo modo; un ingegnere della Ducati ora in pensione, 10/12 anni fa mi disse che nel 1951 Innocenti brevettò questo tipo di raffreddamento che per l'epoca era tecnicamente molto avanzato rispetto alla concorrenza (naturalmente nel 51 i riferimenti sono per il modello Lambretta LC) tutt'ora su scooter moderni di piccola e alta cilindrata (naturalmente raffreddati ad aria),utilizzano ancora questa tecnica del cono rovesciato per distribuire in modo omogeneo il flusso d'aria su tutta la circonferenza della ventola.
Quando facemmo la prima ventola l'ingegnere della Ducati di cui purtroppo non ricordo il nome, mi mandò al CSS di Bologna (Centro Studi Simonini) all'epoca ditta satellite della Ducati stessa, il CSS e una ditta che conoscevamo avendo usufruito della loro tecnologia per rinnovare la flussometria interna delle marmitte LI 1° 2°e3° serie e DL della lambretta. Con la loro tecnologia nacquero le marmitte specifiche per alcune cilindrate. scusate se ho preso il discorso un pochino largo ...... un po'tanto largo ; penso che quando si ricostruisce da zero un ricambio occorre usare tecnologia e ingegneria che fortunatamente in Italia ed in particolare tra Bologna, Modena e Reggio Emilia la meccanica non manca (è un po' campanilistico…. ma perdonatemi …… la Motorvalley è qua) Veniamo al nostro cono, dopo aver costruito i condotti d’aria in laboratorio soprattutto i volumi intorno al cilindro, mi chiamano per darci i loro suggerimenti per la costruzione della nuova ventola Entrai nei laboratori (esperienza bellissima) con i suoi fumi verdi blu gialli e rossi … capisci anche tu ignorante in materia, quali sono i punti di risacca cioè dove l’aria calda rallenta e i colori restano divisi invece i punti dove si rimescola benissimo e prende velocità uscendo dal copri-testa in un bel colore unico …. un bel viola ….. tutto questo è l’inizio per partire con la costruzione della ventola mostrandomi i disegni della stessa. Meravigliato espressi la mia perplessità in quanto il disegno delle palette era completamente diverso dall’originale; a quel punto esposero completamente dall’A alla Z il loro progetto.
Le parole dette furono più o meno queste: dopo aver ridisegnato completamente il cono venturi, in modo che lo stesso parte dal centro e degrada con una conicità specifica fino alle alette della ventola immergendosi tra le alette della stessa cambiando gradazione di conicità ; in più le alette stesse cambiano il profilo esterno del disegno. Per un motivo per noi molto semplice, la ventola viene disegnata in modo che possa mantenere la pressione d’aria necessaria (ne più ne meno di quella che serve per il raffreddamento) ad esempio: se il convogliatore e il copri-testa vanno in pressione con 4 e per le vie di fuga dei convogliatori più di 4 non passa, perché pompare più aria che non serve e danneggerebbe qualche flusso e consumerebbe di più? A questo punto quando arriviamo a 4,5 la ventola tende ad andare in cavitazione mantenendo comunque la pressione nei convogliatori (quel tanto che basta), più aumenta di giri, più cavita continuando a mantenere pressione nei convogliatori quindi libera potenza in più per il motore ma faticando meno riduce i consumi.
Io, l’ing. Federico Pavoni (Scooter the fero) e l’ing. Panarari (ex Malaguti, Lotus, Yamaha) ci guardammo in faccia e dicemmo “stupendo” …… naturalmente i costi lievitarono però eravamo convinti di fare un buon ricambio grazie al massimo della tecnologia disponibile in quel periodo e tuttora fruibile.
Non volendo insegnare a nessuno…… vi abbiamo raccontato la nascita del nostro cono Venturi, portammo i disegni alla Stratos a Maranello che iniziarono immediatamente a produrre i primi prototipi……. Scusatemi… mi sembra di aver riscritto la storia di Biancaneve e i sette nani
Vado a cena, vi saluto …. Questa sera cotechino e fagioli…. Per stare leggeri … se non mi addormento, torno dopo il cotechino … Ciao a tutti


World Lambretta Club Gianca 950 S - grillo958.spaces.live/default.aspx
Ignazio Campus Posted - 14 dic 2021 : 21:51:35
Intanto io chiederei informazioni a chi commercializza il prodotto,detto questo io starei tranquillo è un prodotto nuovo e non credo che non abbiano preso in considerazione l'efficienza del funzionamento questo e il mio parere poi magari sarò smentito.


ciao.
Alessandrobau Posted - 14 dic 2021 : 21:27:44
Grazie a tutti, grazie. Ultima domanda. Cosa fareste al mio posto? Viaggereste tranquilli sapendo che non ce più il cono o fareste qualcosa per correre ai ripari? E cosa si potrebbe fare? Oppure vi fidereste delle nuove tecnologie e viaggereste tranquilli senza cono e senza paure?
Mauro Galli Posted - 14 dic 2021 : 10:12:55
Citazione:
Messaggio inserito da Alessandrobau

O forse è stato sottovalutato il progetto dell'Innocenti?



Buongiorno Alessandro, come scrive Ugo vai a leggere alcune spiegazioni. Sono reali!
Vorrei raccontare una vicenda di alcuni anni fa; senza che questa debba costituire testo accademico. 4 nostri amici si sono divertiti, come altri, a girovagare per la nostra Penisola da Nord a Sud e viceversa, percorrendo diverse migliaia di chilometri. Mezzi ampiamente rodati e tutti dotati di accensioni elettroniche. Generalmente in questi viaggi si fa turismo ed anche le tappe di trasferta sono su strade normali. Alla fine del viaggio, percorrendo la tangenziale di Bologna (22 Km) a velocità costante, uno dei mezzi ha grippato o meglio ha "stretto" decisamente per poi ripartire una volta raffreddato. Non c'erano apparenti motivi perché questo fosse successo. Motore rodato, carburazione, percentuale di olio, collettori di aspirazione e scarico, marmitta, filtro aria, candela... tutto a posto! Unica differenza la mancanza del conetto nella accensione di quella Lambretta.
L'ipotesi per la causa di ciò fu imputata al fatto che a quel regime di giri, tenuto costantemente per un lungo tratto, la portata dell'aria della ventola non fosse sufficiente a garantire il raffreddamento del cilindro. Non fosse sufficiente perché, mancando il conetto, si interrompevano i flussi dell'aria che venivano richiamati disordinatamente dalle alette della ventola.
Questa la nostra conclusione, poi... mica siamo gli Ingegneri dell'Innocenti!

Mauro Galli
World Lambretta Club
Belligerante ugo Posted - 14 dic 2021 : 09:00:54
Caro Alessandro quoto Ottavio e dico per me la soluzione è semplice le accensione elettroniche che vendono alcuni rivenditori senza il Cono Venturi oggi sono solo state riprodotte guardando una migliore funzionalità di corrente e il guadagno mentre se leggi quello che hai scritto Giancarlo Valla(Tutto Lambretta) ti rendi conto che dentro a quello che ha scritto e racconta non c'è solo il guadagno ma anche lo studio l'esperienza la passione e l'amore per la Lambretta ciao
Citazione:
Messaggio inserito da Alessandrobau

Ma allora mi chiedo, perché ci sono volani moderni con cono e altri, sempre moderni senza? Cosa cambia da uno all'altro? Forse quelli senza, come il mio, sono studiati per un ottimale raffreddamento anche senza cono? O forse è stato sottovalutato il progetto dell'innocenti? Non so che pensare.



belligerante ugo
NaO Posted - 13 dic 2021 : 22:39:49
Non saprei risponderti al merito a quella scelta tecnica. Comunque sia l'applicazione pratica del principio di Venturi crea le condizioni per una maggior pressione dell'aria che investe il cilindro migliorandone il raffreddamento...

Puoi trovare varie spiegazioni in rete..
Un paio di queste le inserisco qui di seguito...la seconda offre una spiegazione più comprensibile..

https://youtu.be/9OKS3IEJmFE


https://www.meteolive.it/news/Notizie/78/effetto-venturi-l-dove-l-aria-accelera-tra-una-strozzatura-e-l-altra-/33578/

Ciao
Alessandrobau Posted - 13 dic 2021 : 21:25:33
Ma allora mi chiedo, perché ci sono volani moderni con cono e altri, sempre moderni senza? Cosa cambia da uno all'altro? Forse quelli senza, come il mio, sono studiati per un ottimale raffreddamento anche senza cono? O forse è stato sottovalutato il progetto dell'innocenti? Non so che pensare.
NaO Posted - 13 dic 2021 : 18:20:21
Ciao, quoto le considerazioni fatte da Ugo soprattutto se il motore lavora ad alti regimi, facilità l'ingresso di aria nuova per il corretto raffreddamento. Del resto anche i volani delle Vespe applicano il medesimo principio essendo a loro volta a forma di tronco di cono..
Calabrone Posted - 13 dic 2021 : 13:46:45
Anche la Gori Pulsar,ne e' provvista.Questa e' sotto la mia Special.

54052019835777_n.jpg


08241317463427_n.jpg
Ignazio Campus Posted - 12 dic 2021 : 21:24:03
Vero tutto quello che è stato detto ma se non è previsto non penso che gli ingegneri non abbiano tenuto conto dell'importanza del cono.


ciao.
Guido56 Posted - 12 dic 2021 : 20:33:27
Non so se il cono serva con una ventola diversa.Ma credo che male non faccia

Scooter d Epoca - Forum © Scooterdepoca.com Go To Top Of Page
Questa pagina è stata generata in 0,13 secondi. Snitz Forums 2000

Powered by Viviano.it, © 1998- 2022 - Tutti i diritti riservati. | Copyright | Termini & Condizioni | Cookies
Scooterdepoca.com è un sito NOT FOR PROFIT
I marchi citati appartengono ai rispettivi proprietari.

Credits